Nuovo appuntamento per l’ENDUROBLOGGER Family Team, questa volta siamo andati a ficcanasare al BUZET HARD ENDURO, una nuova gara che si svolge in Croazia.

 

Come da nostra abitudine il gruppo vince su tutto, quindi festa, birre e Amarone l’hanno fatta da padrone anche stavolta ((un grazie particolare all’amico Zeno Pasti per l’ottimo risotto e l’ospitalità)).

Essendo una prima edizione e non sapendo cosa aspettarci ci siamo schierati nelle categorie più tranquille, Silver & Veteran, con 9 check point (3 in meno rispetto alle categorie Diamant & Gold ). Che dire, divertente il prologo in stile cross country, un percorso ben tracciato e ricco di ostacoli artificiali, qualche salto, linea nel bosco con radici e qualche contropendenza. Adrenalinica la partenza tutti insieme.

La gara ci ha lasciato un po’ con l’amaro in bocca, nessuna difficoltà nelle nostre categorie, veloce e un po’ monotona.  Col senno di poi bisogna ammettere il nostro errore nell’aver scelto una categoria sbagliata, chi ha corso la Gold e Diamant, si è trovato con 3 checkpoint decisamente interessanti. Peccato per lo scherzo fatto da qualche simpatico mattacchione che dopo il check point 10 ha tolto le frecce del percorso mandando a pascolare la gran parte dei piloti.

Bisogna prestare più attenzione a queste tipologie di gare, all’estero le gare extreme stanno prendendo sempre più piede, forti del non richiedere una licenza per correre e non avere le limitazioni che abbiamo in Italia sul tracciare un percorso hard. Giustamente il Buzet rientra nelle gare di HARD Enduro e non EXTREME però la media di 1 ora e mezza di gara mi sembra un po’ pochino.

E complimenti al bravissimo Sonny Goggia, vincitore della categoria Diamant

Al rientro in Italia abbiamo fatto visita ai nostri amici di Cles, in Trentino, tra aperitivi, pranzo a 2.022 mt e mele Roberto e Daniele ci hanno fatto sentire come a casa. Super Grazie!!

Grazie alla collaborazione con gommista Albertazzi , specialista bolognese in gomme da enduro, la gara del Buzet è stata l’occasione per provare le nuove Michelin Competition Medium ,  dopo le incertezze di prodotto degli anni passati la casa francese torna sul mercato con questa nuova mescola.

Cosa ne penso?

Devo essere sincero come sempre e per quanto possa contare il mio giudizio devo dire che questa gomma mi ha piacevolmente sorpreso. All’anteriore l’ho abbinata ad una mousse nuova mentre al posteriore mi sono affidato ad una mousse soft della SpeedyMousse. Durante il prologo ho potuto apprezzare l’ottima tenuta soprattutto sul davanti, dove nelle staccate più veloci e nelle contropendenze su di un prato l’anteriore rimaneva ben saldo a terra ben sorretto da un ottima spalla.

La gara nella categoria Veteran era abbastanza scorrevole, con qualche tratto più guidato e qualche bella sezione dentro un torrente viscido con pietre bagnate da superare in salita.  Questa parte della Croazia (attaccata alla Slovenia) è famosa per diventare un girone dantesco in caso di terreno bagnato. Anche da questa situazione ne sono uscito decisamente bene, con un buon grip. Comunque non c’è stata occasione di piantarsi e spingere la moto.

Al tatto la mescola dei tasselli di questa Michelin Medium non è extra soft come potrebbe essere una X o una doppia riga verde ma unita ad una spalla decisamente morbida assicura un buon grip.

In queste foto è possibile fare un paragone di usura tra Michelin Enduro Medium, Metzeler Soft e Mitas Doppia riga verde. Le gomme hanno percorso lo stesso tracciato di gara. Il giudizio datelo voi 🙂

Buon Enduro a tutti