Classifica Finale:

2022_Red_Bull_Erzbergrodeo

 

Winner Manuel Lettenbichler, 2nd Mario Roman and 3rd Trystan Hart seen during the Red Bull Erzbergrodeo 2022 in Eisenerz, Austria on June 19, 2022 (foto Erzbergrodeo)

 

ERZBERGRODEO FINISHER 2022

1. Manuel Lettenbichler (GER, KTM) 02:58:51 Stunden

2. Mario Roman (ESP, Sherco) 03:02:17

3. Trystan Hart (CAN, KTM) 03:11:53

4. Billy Bolt (UK, Husqvarna) 03:18:25

5. Alfredo Gomez (ESP, GasGas) 03:20:30

6. Michael Walkner (AUT, GasGas) 03:40:32

7. Wade Young (RSA, Sherco) 03:55:13

8. Matthew Green (RSA, KTM) 03:55:54

 

Foto RedBull Content – Erzbergrodeo – KTM press – Husqvarna Motorcycles press

 

È stata sicuramente la Red Bull Erzbergrodeo più dura di sempre. In un caldo soffocante e con un nuovo percorso di gara, la “montagna di ferro” si è preparata con tutte le sue forze contro i 500 partenti che sono entrati in lotta con l’Erzberg alle 14:30 in punto.

Subito dopo il via, il giovane bulgaro Teodor Kabakchiev (KTM) ha preso il comando con un holeshot dalla prima fila della griglia, ma poco dopo il primo checkpoint 24MX Wasserleitung non è più riuscito a tenersi dietro Manuel Lettenbichler. Quello che è seguito è stato un trionfo letteralmente incontrastato per il pilota 24enne della Red Bull KTM Factory Racing fino al traguardo. Lettenbichler ha raggiunto l’arena del traguardo Red Bull Erzbergrodeo come l’unico pilota con un tempo di corsa inferiore a 3 ore ed è stato felicissimo della sua prima vittoria sull’Erzberg – 7 anni dopo suo padre Andreas Lettenbichler!

Lettenbichler ha realizzato la sua vittoria al penultimo CheckPoint della gara. “Una sensazione incredibile per vincere finalmente la gara. Significa molto per me che sia io che mio padre siamo stati in grado di vincere la Red Bull Erzbergrodeo. Nessuno sarà in grado di imitarci così facilmente nei prossimi anni, ed è una storia davvero interessante”, ha detto un felice Manuel al traguardo.

Anche Mario Roman (ESP), secondo in classifica, ha offerto una prestazione incredibile sul suo Sherco. Fino al mitico tratto di Carl’s Dinner, Roman era al terzo posto dietro al giovane austriaco Michael Walkner (GasGas), ma è riuscito a superarlo proprio in questo, il più duro di tutti i tratti della via, e ha iniziato a rimontare sul leader Lettenbichler . Infine, Mario Roman è arrivato a poco meno di 4 minuti dal vincitore con un tempo di esecuzione di 3 ore e 2 minuti.

Il terzo posto è andato al 25enne canadese Trystan Hart (KTM), che oggi ha messo a segno una prestazione sensazionale dopo aver tagliato il traguardo l’anno scorso. Hart ha superato superstar come Billy Bolt, Wade Young e Alfredo Gomez salendo sul podio ed è stato felicissimo di finire con soli 13 minuti di ritardo all’Acerbis Action Arena.

Michael Walkner (GasGas) speranza nell’Hard Enduro dell’Austria è stato in corsa per il podio per gran parte della gara. Nella famigerata Carl’s Dinner, il salisburghese ha poi perso terreno rispetto ai suoi concorrenti, ma ha reagito in modo impressionante e ha concluso la Red Bull Erzbergrodeo con un ottimo sesto posto.

Il co-favorito e 5 volte vincitore della Red Bull Erzbergrodeo Graham Jarvis (Regno Unito, Husqvarna) è stato vittima di un episodio che ha dell’incredibile, l’attacco a ghigliottina del serbatoio benzina era staccato e non è riuscito a partire con gli altri concorrenti.

Esempio dell’attacco a ghigliottina staccato..

Solo dopo un ora e con l’aiuto qualcuno Graham è riuscito a partire  reagendo da campione a quanto è successo. Ha superato centinaia di piloti riuscendo ad arrivare sino al Carl’s Dinner. Purtroppo però è stato squalificato perché è stato aiutato ad avviare la moto… L’Erzberg torna a girare le spalle alla leggenda inglese, un episodio che si tinge di “giallo” anche perché l’imprevisto di cui è stato vittima è davvero difficile che accada da solo..Solo sfortuna o c’è dell’altro?

LEGGI L’INTERVISTA A JARVIS PRE GARA

 

Un po’ di delusione per il leader di campionato Billy Bolt che conquista il quarto posto finale ma uscendo praticamente subito dalla battaglia per le prime posizioni.

Classifica di campionato (Provvisoria) dopo il Round 3
1. Billy Bolt (GBR), Husqvarna 45 punti
2. Mario Roman (ESP), Sherco 43 punti
3. Manuel Lettenbichler (GER), KTM 40 punti
4. Graham Jarvis (GBR), Husqvarna 37 punti
5. Teodor Kabakchiev (BG), KTM 35 punti

Incredibile la gara di Pol Tarres in sella alla Yamaha Ténéré 700, il vero spettacolo estremo lo ha offerto lui conquistando ben 17 check point!!

Senza nulla togliere alla vittoria di Lettenbichler c’è un altro dettaglio da non trascurare: la partenza della prima fila quando alcuni dei top riders non capendo dove andare hanno tagliato il percorso aprendosi un varco nella fettuccia arancione, in questo caso di chi è la colpa? Andavano squalificati?

E gli italiani? Un po’ di delusione perché dopo la bella prestazione di Sonny Goggia, quarto posto per lui nel prologo, anche quest’anno nessuno è riuscito arrivare al traguardo.

Sarà per il prossimo anno!

Ora occhi per la prossima gara in Italia! Red Bull Abestone! 8-9-10 Luglio

Ecco cosa era successo lo scorso anno:

 

Buon Hard Enduro!